Attivazione Windows 8.1 Pro con Windows Media Center… e qualche puntualizzazione

Standard

win8-1-logo-150Da qualche anno a questa parte i “nuovi” sistemi operativi (update, upgrade o come diavolo li volete chiamare) vengono rilasciati ad una velocità tale che una persona per essere “aggiornata” è costretta, se va bene, a cambiare PC oppure a formattare almeno ogni anno. Insomma, quasi non si ha il tempo di imparare una cosa, che già l’hanno cambiata… Poi, quante persone, che non sono capaci di formattare un PC, sono disposte a comprarsi un PC ex novo, spendendo una considerevole cifra, “solo perché” hanno aggiunto magari solo uno “Start”!? Queste domande se le sono mai fatte gli esperti di marketing oppure i “giornalisti” che decretano il “flop” di un OS attribuendolo “solo” alle sue “specifiche tecniche” e non al “momento particolare” in cui viene messo sul mercato!? Se ancora oggi ci sono situazioni di persistenza di Windows XP, come si poteva parlare di “flop” di Windows Vista o di Windows 8!? Piuttosto, la gente normale non è disposta a cambiare il PC od a comprare una nuova licenza OS con la stessa velocità con cui vorrebbero gli esperti di marketing. Tutto qui. Quindi, se qualcuno vi venisse a dire che Windows 8 o Windows 8.1 non sono sistemi validi e sono un flop PERCHE’ non hanno venduto quanto ci si aspettava, ridetegli in faccia. Dietro entrambi ci sta un grosso, grosso lavoro che sta cercando di introdurre in modo “indolore” l’unificazione di uso per tutti i dispositivi.

Legandomi al discorso dell’avere il tempo di “imparare a guidare” ed a lavorare con un OS, mi risulta ancora alquanto incomprensibile come certi appassionati “corrano” ad installare ogni BUILD alpha/beta appena è scaricabile, anche se cambia poco e niente tra l’una e l’altra. Devo presumere che abbiano tutti un PC “muletto” che usano solo per quello… e poi lavorano col “vecchio”.

Comunque, essendo stancatomi da una parte con questo “obbligo all’acquisto” e con questo “corsa alla formattazione”, ho deciso di scrivere una piccola guida che permette di usare Windows 8.1 Professional con Windows Media Center (abbreviato WMC) diciamo “ con licenza oltre i tempi previsti” per chi non può permettersi certi “lussi”.

La guida si riferisce ad un’installazione pulita (32-bit e 64-bit), ma dovrebbe funzionare anche se di fa l’aggiornamento da Windows 8 a Windows 8.1. Questa “cura” è la combinazione di due cure, le quali, usate singolarmente, non raggiungono l’obiettivo prefissato. Quindi, attenersi alle istruzioni. Entrambe le cure sono reperibili abbastanza facilmente on-line… di sicuro le trovate entrambe sul “sito di Capitan Harlockthe_pirate_bay_logo (da circumnavigare in proxy).

Per sicurezza, però, invito PREVENTIVAMENTE a fare tutti i backup del caso per il vecchio sistema operativo (Acronis True Image Home è il non plus ultra per questo lavoro). Di seguito gli step da seguire per l’attivazione…

1. Installare Windows 8.1 Pro Retail/MSDN da zero (installazione pulita) o come aggiornamento DA Windows 8 via CD o USB, utilizzando una delle solite chiavi di installazione, come ad esempio win8-1-key.

2. Durante la prima configurazione, NON connettersi ad internet (saltare il passaggio) ed impostare di NON installare alcun aggiornamento.

3. Utilizzare la “prima cura” seguendo la procedura di attivazione nel pacchetto “Windows 8.1 Pro&Enterprise.zip” [NOTA: SENZA utilizzare il comando “CMD>net stop sppsvc” dovrebbe funzionare lo stesso. A voi la scelta]:

Aprire il “Prompd dei comandi” come Amministratore (tasti Win + X) e digitare “net stop sppsvc” (senza virgolette) + INVIO

cmd-admin Disabilitare la connessione internet

Sia per la verione a 32-bit, sia 64-bit, andare in:
C:\Windows\System32\spp
Rinominare: “tokens” in “tokens-bak”
incollare la cartella “token” scaricata

Per la verisone a 64-bit andare ANCHE in:
C:\Windows\SYSWOW64\spp
Rinominare: “tokens” in “tokens-bak”
incollare la cartella “token” scaricata

Sia per la verione a 32-bit, sia 64-bit, andare in:
C:\Windows\System32\spp\store\2.0\cache
Eliminare: “cache.dat”

Sia per la verione a 32-bit, sia 64-bit, andare in:
C:\Windows\System32\spp\store\2.0
Rinominare: “tokens.dat” in” tokens.datbak” (SENZA IL TRATTINO!)
incollare il file “tokens.dat” scaricato

Sempre nel “Prompd dei comandi” come Amministratore, digitare:
slmgr -ipk win8-1-key-act
+ INVIO

Poi riavviare e NON connettere ad internet.

[NOTA: nel caso si fossero già installati gli aggiornamenti, fare ugualmente un tentativo con la suddetta procedura del punto 3]

4. Windows 8.1 Pro risulterà attivato ed ORA sarà possibile installare il WMC Windows Media Center. [AGGIORNAMENTO: E’ possibile che Windows risulti ancora NON ATTIVATO. Ignorare la cosa e proseguire con la guida.] Andare in “Sistema” (tasti Win + X) e selezionare “Aggiungi funzionalità” utilizzando il seriale win-8-1-wmc-key. Alla fine dell’installazione il computer si riavvierà e “Windows 8.1 Pro con Windows Media Center” risulterà NON attivato. [NOTA: nel caso si proceda su sistema con aggiornamenti già installati o su sistemi che al precedente riavvio risultavano “non attivati”,  un messaggio di errore visualizzerà che le funzionalità non sono state aggiunte. Ignorare il messaggio e procedere al punto 5].

5. Disabilitare l’antivirus ed attivare la connessione internet.

6. Passiamo ora alla “seconda cura“. Eseguire come amministratore (tasto destro e “Esegui come amministratore”) il “Microsoft Toolkit 2.5 B1“, dando l’ok per l’utilizzo delle reti al KMS, ed attendere la fine della procedura.

cmd-admin toolkit-2-5-b-01toolkit-2-5-b-02.JPG

[NOTA: se, dopo aver cliccato EZ-Activator, il messaggio in verde dice che non è stato possibile attivare il sistema, cliccare anche su “Activate”.]

7. Riattivare l’antivirus e riavviare il PC.

8. Riabilitare gli aggiornamenti.

[NOTA: Se l’attivazione via KMS dovesse dare problemi, verificare che l’ora/fuso orario siano impostati sull’area geografica in cui ci si trova effettivamente.]

[NOTA II: la procedura non è reversibile, nel senso che, se non funziona al primo colpo, per riprovare bisogna prima ripristinare Windows… in parole povere, serve un’installazione “fresca”, non curata.]

N.B. Se per un qualunque motivo dopo un certo periodo di tempo dovesse scadere la licenza, rieseguire l’attivazione SOLO con il “Microsoft Toolkit 2.5 B1”.

Lascia un Commento